giugno 22, 2017

Goal Keeper

Gianni Stolzuoli

Gianni Stolzuoli – Portiere della squadra di Calcio a 7 dell’Ordine degli Ingegneri di Arezzo

Stolzuoli Gianni, oggi Goal Keeper, nasce ad Arezzo e fin dalla più tenera età gioca in porta. Prima in cucina contro il fratello più abile con i piedi e poi, trasferitosi con la famiglia dal centro storico in periferia, nel cortile condominiale dove viene bersagliato dalle pallonate dei cosiddetti amici che si ostinano a colpire violentemente lui o la basculante del garage paterno.

Gianni StolzuoliTifa subito Milan dopo avere scoperto i colori ed i campioni nelle figurine da ritagliare del Corrierino dei Piccoli. Costringe la madre a comprargli il completo originale del portiere del Milan Ghezzi che sfoggia impettito nei vicini campetti sterrati. Il terzo cambio di casa è fondamentale per la sua carriera sportiva: va a vivere vicino alla chiesa di Santa Maria delle grazie dotata di un ampio resede, in pendenza circondato dai pini che saranno i pali delle sue porte. Qui entra subito nella squadra parrocchiale con la quale partecipa per tre volte alle Olimpiadi delle parrocchie riservate agli atleti fino ai 14 anni di età. La sua squadra ne vince una, in un’altra arriva seconda e Stolzuoli viene eletto miglior piccolo portiere. Nella terza, da capitano rifiuta una combine, perdendo sul campo la partita da aggiustare non qualificandosi così alla fase finale. Da lì motto chi si accontenta gode. Gioca poi nei campionati giovanili degli allievi provinciali, il sabato pomeriggio, e juniores la domenica. Il mercoledì torneo delle parrocchie al campetto del Duomo. Il tutto nella squadra finanziata dalla Juventus! Stesse maglie originali e con il Goal Keeper a indossare quella di Zoff con il collo tondo bordato di bianco.

A 15 anni dopo un provino a San Sepolcro dove si allena con Pescosolido, ad Arezzo dove si allena con la primavera del condor Vannini viene venduto dalla Juventus di Arezzo al Montevarchi per la cifra record di 400.000 lire. Debutta subito a Pistoia contro la squadra locale perdendo due a zero. Fa tutto il campionato regionale allievi giocando in casa al Brilli Peri di Montevarchi e in tutti gli stadi toscani da Arezzo, Livorno, Lucca, Prato, Empoli, Firenze, Pisa.

Si allena con la prima squadra di Mister Balleri cercando di parare i tiri liftati di listanti. L’anno successivo viene ceduto in prestito alla Rondinella di Firenze destinazione che rifiuta per motivi di studio. Partecipa così ai tornei calcistici interni al liceo classico ed esterni con gli altri istituti. Con l’iscrizione alla facoltà di ingegneria cambia ruolo giocando per due anni mediano nella squadra del quartiere multirazziale di Saione. Nella squadra militano simpatizzanti di lotta continua e praticamente quasi tutta la squadra primavera dell’Arezzo ormai fuori quota. Il campionato viene stravinto ed il Goal Keeper va a giocare in Figc: prima con la Gabos poi con il San Bernardo. Torna nell’Arci con il Buozzo d’oro squadra composta da quasi tutti estremisti di destra con i quali nel passato c’erano state discussioni e baruffe. In campo però va tutto bene e vince il campionato battendo in finale il Marciano della Chiana per 3-0. L’anno successivo milita proprio a Marciano giocando pochissime partite chiuso dal l’idolo locale Scaloncini. Parte per il militare e partecipa al consueto match tra i furieri del distretto e i rappresentanti degli altri corpi. La vittoria gli consentirà di ottenere in licenza di tre giorni.

Gianni StolzuoliGioca poi nei campionati amatoriali del CSI prima con il Santa Maria e poi con i Pipano’s vincendo un torneo, dopo aver battuto in finale il Ceciliano, e passando in prima categoria. Nel 1997 debutta nel torneo nazionale degli ingegneri partecipando a numerose edizioni. Negli ultimi anni è il titolare della porta aretina nei tornei a sette. Trova però il modo di giocare ancora qualche partita anche nel torneo ad 11: l’anno scorso presenzio nella decisiva sfida con il Pescara contribuendo alla qualificazione della squadra di mister Lastrucci.